La bicicletta, oggi è divenuta un mezzo molto usato, sia nelle grandi città che nei piccoli paesi: facile parcheggiarla, amica dell'ambiente, economica e a costo zero, è l'ideale per muoversi in tutta facilità nel traffico, rispettare la natura senza emissione di carburanti e, nel contempo, bruciare calorie e mantenersi in forma. Ma, esistono 10 regole d'oro per andare in bici in città, per non rischiare di provocare danni o, addirittura, di cadere e farsi male. Vediamo quali sono.

10 regole d'oro per andare in bici in città

10 regole d'oro per andare in bici in città

Indossa sempre il casco

La prima regola da rispettare è quella d'indossare sempre il casco, in ogni caso e, anche, se percorrerai dei brevi tratti; il casco è una protezione che ti permetterà, di riparare il capo, nel caso in cui dovessi cadere. Ricorda, però, di acquistarne uno omologato!

Sii sempre visibile

Le luci di posizione, anteriori e posteriori, rispettivamente bianche e rosse lampeggianti, ti permetteranno di essere sempre visibile, in maniera particolare, quando t'incammini in sella alla tua bicicletta, in orari in cui la luce del sole non c'è più.

Utilizza il campanello

Il campanello, sembra un accessorio per biciclette, solo ed esclusivamente di decoro: trilli diversi, varie forme e colori differenti, lo fanno sembrare un optional; ma non è assolutamente così, infatti, il campanello serve, in particolare nelle ore diurne, a segnalare la tua presenza su strada.

Impara il linguaggio dei ciclisti

Spesso e volentieri, i ciclisti non avendo a disposizione luci di posizione, campanello o frecce direzionali, segnalano la propria direzione da intraprendere, tramite il cosiddetto "linguaggio dei ciclisti": ricorda, braccio teso a destra quando devi girare a destra e braccio teso a sinistra quando devi farlo nella posizione opposta. Facile no?

 

Attenzione agli ostacoli

A volte, purtroppo, sul percorso che dovrai percorrere, potrebbero essere presenti degli ostacoli: buche, immondizia, pedane e tanto altro; assicurati di scorgerli, scansarli e di segnalare, la tua prossima direzione in tempo, evitando così, di farti male.

 

Rispetta i segnali stradali

I segnali stradali presenti sul tuo percorso, non sono validi solo per gli automobilisti o per chi possiede la patente di guida; per cui, assicurati di rispettare quelli più opportuni alla guida della bicicletta e quelli relativi solo ai ciclisti: questo ti eviterà di creare incidenti o esserne vittima.

Non distrarti

Purtroppo, la tecnologia e l'innovazione, portano alla distrazione più totale, anche per chi guida una bicicletta: smartwatch, cuffie auricolari, telefonini, contachilometri digitali e telefonini, potrebbero deconcentrarti dal tuo percorso e, purtroppo, provocare gravi danni a te e chi ti sta attorno. Quindi, evita di utilizzarli mentre porti la bicicletta.

Tienici alla tua bicicletta

La manutenzione costante e quotidiana della tua bicicletta, ti permetterà di percorrere brevi e lunghe distanze, senza alcun problema tecnico; ricorda di controllare le ruote, le luci di posizione ed, eventualmente, portati dietro un kit per forature e una pompa di gonfiaggio.

Guida con prudenza

Spesso, la fretta e la disattenzione, portano a provocare gravi danni: guidare la bicicletta è come utilizzare un veicolo, perciò comporta l'osservazione dei cartelli stradali, dei percorsi dedicati ai ciclisti, delle distanze di sicurezza e, ovviamente, anche della velocità. Quindi, guida sempre con prudenza!

Segui un percorso ciclabile

Nelle grandi città e, anche, nei piccoli paesi sono stati realizzati dei percorsi stradali, pensati appositamente per i ciclisti; queste strade sono conformi alle norme di sicurezza sulla strada e ti permetteranno di guidare in tutta tranquillità, evitando automobili e pedoni.

Torna alla home